BLOG

finanza-sostenibile-superbonus110

Finanza sostenibile e Superbonus 110%

L’importanza di tematiche ESG e la possibile valorizzazione del patrimonio immobiliare

La crisi pandemica ha fatto emergere la necessità di affrontare tematiche troppo a lungo ignorate da molti Paesi, ma che si sono rese ora più urgenti che mai. Il maxi-piano da 750mld di euro dovrebbe rilanciare un’economia affossata dalla crisi. Tra le sfide maggiormente rilevanti vi è quella della transizione green che rappresenta senza dubbio la flagship area di maggior rilievo e per cui l’Europa ha imposto ad ogni Paese di attribuire almeno il 37% delle risorse che riceveranno in dotazione, attraverso piani di investimento credibili e riforme efficaci. In tal senso, risulta di fondamentale importanza la tematica relativa la Finanza sostenibile, ovvero l’emissione di “obbligazioni verdi”, emesse dapprima da istituzioni finanziarie sovranazionali, oggi anche da singole aziende.

Le obbligazioni verdi e la Carta degli investimenti sostenibili

Si tratta di classiche obbligazioni, legate a progetti che hanno un impatto positivo per l’ambiente, come l’emissione di energia da fonti pulite o dell’edilizia eco-sostenibile. È di alcune settimane fa la notizia relativa all’adozione da parte di Bankitalia di una “Carta degli investimenti sostenibili”. Si tratta di un documento attraverso il quale l’istituto definisce la sua visione della finanza sostenibile e ne individua i principi per una corretta gestione degli investimenti finanziari. Bankitalia spiega come, a parità di altre condizioni, saranno privilegiate le imprese che risulteranno essere attente all’utilizzo delle risorse naturali e al loro impatto sugli ecosistemi, e che mantengono adeguate condizioni di sicurezza, inclusione, strutturandosi secondo i migliori assetti di governo societario.

Super Bonus 110%: post pandemia il Governo italiano punta al rinnovamento edilizio

La pandemia da covid-19 ha spinto il Governo Italiano a puntare sul rinnovamento del settore edilizio, con l’obbiettivo di rendere le nostre abitazioni più sicure, meno inquinanti, oltre che meno costose, rivalutandole grazie alla classificazione energetica. L’Italia, come da accordi con l’UE, non deve solo intervenire erogando denaro, ma anche legalizzare e digitalizzare ogni abitazione. Il nuovo incentivo “Superbonus 110%”, è una delle occasioni di rilancio più grande dopo Conto Energia, che dal 2007 al 2012 ci rese leader nelle installazioni fotovoltaiche. È un’agevolazione di ristrutturazione unica che consente la realizzazione di tre tipologie di intervento edilizio a costo zero (o quasi): la creazione del cappotto termico, la sostituzione degli impianti invernali di climatizzazione e l’adeguamento sismico. Tre interventi tecnicamente definiti trainanti e indispensabili per ottenere il beneficio. Realizzando almeno uno di essi si potrà richiedere il finanziamento anche per la sostituzione degli infissi, stazioni di ricarica per veicoli elettrici, abbattimento delle barriere architettoniche ed altri interventi connessi a tali opere.

Verso la sostenibilità: la salute del pianeta è la nostra salute

La singola abitazione oggi non è più mera proprietà privata. La nostra casa, così come la nostra automobile, incidono fortemente sulla vita collettiva. Il Governo vuole dimostrare come la transizione ecologica sia fondamentale per i nostri progetti attuali e futuri. Forse, le immagini dal satellite su Milano nel marzo 2020 hanno risvegliato tante coscienze. L’attività umana incide sulla salute del nostro pianeta e di tutti noi.

Articolo di

Davide Riccio e Guido Mongillo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Stay in Touch.

Sii Creativo...

Sii Originale...

Sii Innovativo...