BLOG

l fondo di ripresa europeo, definito inizialmente Recovery Fund, poi successivamente Next Generation-EU

Perché il Next Generation EU è una grande opportunità per i giovani

Dalla digitalizzazione alla transizione ecologica: tutte le sfide che attendono l’Italia del futuro.  

La crisi pandemica, scoppiata in maniera dirompente nei primi mesi dello scorso anno e che perdura ancora oggi, seppur con conseguenze meno devastanti rispetto al 2020, grazie anche alle diverse campagne vaccinali in atto, ha avuto effetti devastanti per i diversi paesi coinvolti sia da punto di vista sanitario che economico. 

Dopotutto, la risposta in tal senso da parte dei 27 paesi membri dell’Unione Europea nel luglio dello scorso anno è da considerarsi tempestiva e adeguata alla gravità della situazione. Il fondo di ripresa europeo, definito inizialmente Recovery Fund, poi successivamente Next Generation-EU dalla stessa Commissione europea con l’intento di dare maggior risalto ai principali destinatari di queste risorse, ovvero ai giovani, è considerato da tutti un piano di grande rilievo e di ampia veduta.

Next Generation EU rappresenta quindi una grande opportunità per il futuro delle nuove generazioni.

Lo stesso primo ministro Draghi, in uno dei suoi primi interventi pubblici, ha sottolineato la necessità di “spendere bene questi fondi per i giovani”. Questi, infatti, nelle intenzioni del nuovo Governo, dovrebbero poter godere non solo delle risorse dirette relative ad istruzione e formazione, ma anche delle ricadute positive degli ingenti investimenti in digitalizzazione e innovazione, transizione ambientale ed inclusione sociale. Ogni progetto oltre a dover riguardare i temi suindicati, dovrà necessariamente prevedere obiettivi e passaggi ben definiti e circostanziati, che saranno oggetto di stretto monitoraggio da parte delle istituzioni europee.   

Pertanto, si tratta di un’opportunità unica per il futuro dell’Italia e dei suoi giovani che va sfruttata al meglio al fine di consentire al nostro paese una crescita economica consistente e sostenibile. In tal senso, è importante che le nuove generazioni mostrino maggior interesse verso tutto ciò che accade fuori, attraverso una partecipazione attiva e consapevole alla vita del paese.    

Articolo di Davide Riccio e Michele Rendina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Stay in Touch.

Sii Creativo...

Sii Originale...

Sii Innovativo...